Telesanterno Bologna celebra il liutaio Giuseppe Fiorini, salvò il lavoro di Stradivari 8/9/2011



Agli inizi del 900 acquisto a proprie spese i disegni e gli strumenti di lavoro di Antonio Stradivari, donandole poi alla città natale di quest’ultimo, Cremona. Autore del nobile gesto fu Giuseppe Fiorini, il liutaio nato nel 1861 a Bazzano e, dopo essersi trasferito a Monaco di Baviera, divenuto una delle figure più rappresentative in Europa per quel che concerne la sua arte. Una figura conosciuta all’estero ma poco nota in Italia, a cui, in occasione dei 150 anni della nascita, Bologna, nominata dall’Unesco città della musica dedica una serie di eventi.
«Da Bologna a Stradivari: il percorso europeo di Giuseppe Fiorini maestro di liuteria», questo il titolo della manifestazione organizzata da CNA Bologna, vedrà andare in scena sotto le due torri concerti e mostre. Domenica 11 a Bazzano verrà inaugurata una scuola di musica intercomunale dedicata al maestro, dal 24 al 28 settembre, un violoncello, una viola e tre violini realizzati dal maestro saranno esposti al Museo della Musica di Bologna. Tanti anche i concerti in programma dal 27 settembre al 31 ottobre.
Gli eventi dedicati a Fiorini serviranno anche a far conoscere un’antica tradizione bolognese:quella della liuteria, arte che in città affonda le sue radici nel medioevo.

Un comentario

Añadir un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Este sitio usa Akismet para reducir el spam. Aprende cómo se procesan los datos de tus comentarios.

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies